CASTELFIDARDO – Uno sviluppo sostenibile culturale e turistico: questa l’ispirazione dell’iniziativa in programma martedì 11 dicembre dalle 16:00 al Salone degli Stemmi sul tema “Le vie della memoria risorgimentale nei luoghi della battaglia di Castelfidardo”. Studiosi, operatori e tecnici condividono conoscenze ed esperienze presentando le ultime ricerche storiche e dando voce alle problematiche e prospettive di una rete che libera dagli steccati del campanilismo unisca tutte le realtà di un ampio territorio.

Sull’evento bellico del 18 settembre 1860 per l’unità d’Italia, sul ruolo delle popolazioni e dei luoghi marchigiani non si è ancora scritto e ricercato abbastanza. Partendo dai Comuni di Castelfidardo, Osimo, Recanati, Porto Recanati, Loreto, Numana, Camerano, Sirolo ed Ancona dove piemontesi e pontifici si sono scontrati, con l’intenzione di mettere in rete i saperi ed il patrimonio culturale, si è costituito presso il Comune di Castelfidardo ed alla Fondazione Ferretti un qualificato comitato di ricercatori.

Proseguendo il filone delle manifestazioni storiche di agosto e settembre con il contributo della Regione Marche “L.R. 5/2010”, il convegno darà modo di focalizzare e approfondire vari aspetti. Coordinati da Eugenio Paoloni e introdotti dal sindaco Ascani, si susseguiranno gli interventi di Marco Moroni, Massimo Morroni, Lino Palanca, Maurizio Bilò, Gilberto Piccinini, Carlo Zenobi e Janula Malizia, Massimo Paolucci, Marco Anselmi, Federica Belli. La gradita presenza di Gianni Bottallico, responsabile relazioni con le Regioni e i Comuni d’Italia presso ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile – faciliterà la creazione della rete. Concluderà i lavori l’assessore regionale Moreno Pieroni.

Convegno "L'Italia chiamò"

Convegno “L’Italia chiamò”