Questa seconda Pasqua che viviamo in tempo di Covid-19 ci faccia apprezzare sempre di più la bellezza della natura e delle relazioni sincere.
La Fondazione Ferretti, la Selva soc. coop. sociale, il C.E.A. Selva di Castelfidardo e l’associazione Italia Nostra Castelfidardo vi augurano serene feste pasquali!

I nostri uffici saranno chiusi dal 02 al 05 aprile, riapriremo regolarmente martedì 06 aprile.

Buona Pasqua

Buona Pasqua

Il racconto, ambientato nella seconda metà dell’Ottocento, presso la storica Selva di Castelfidardo, affronta in maniera giocosa, a tratti quasi umoristica, il tema del brigantaggio post-unitario che ha visto coinvolti non solo i sostenitori del Regno delle Due Sicilie ma anche gente comune, per lo più facente parte del proletariato rurale, mossa dalla miseria a compiere talvolta azioni malavitose. Come nel caso di Antonio, il protagonista della storia, che non porterà però a compimento la rapina progettata quando scoprirà che le vittime provengono da un ceto sociale affine al suo.

‘L BRIGANTE
VIDEO-RACCONTO MUSICALE
da un testo di Padre Girolamo Moretti

Nota storica di Eugenio Paoloni
Introduzione e musiche di Paolo Rosato
Esecuzione alla fisarmonica di Dario Flammini
Interpretazione e regia di Rossella Mattioli

'L Brigante - Video-Racconto musicale - da un testo di Padre Girolamo Moretti

‘L Brigante VIDEO-RACCONTO musicale da un testo di Padre Girolamo Moretti

Martedì 9 marzo alle ore 19 presentazione della tappa di Castelfidardo in videoconferenza accessibile al link https://castelfidardo.halleymedia.com/

Oltre ai rappresentanti istituzionali del Comune, intervengono: Andrea Tonti, ex ciclista professionista oggi titolare del Bike Division tour operator ufficiale della Tirreno Adriatico; Piergiorgio Severini, fidardense, giornalista di Raisport

Domenica 14 è prevista la “Tappa dei Muri” con arrivo a Castelfidardo: gli ultimi 100 km. si svolgeranno interamente su circuito cittadino da ripetersi più volte, con ampia copertura in diretta Rai

Dopo un primo passaggio attraverso la Selva di Castelfidardo si entra nel circuito di 23 km circa da ripetere 4 volte. Il circuito è caratterizzato da un susseguirsi di muri e discese con un solo breve tratto pianeggiante, circa a metà. Il primo muro (dove ogni passaggio è classificato GPM) presenta per lunghi tratti nel finale pendenze attorno al 18%. Ultimi chilometri con diversi saliscendi con pendenze a salire anche in doppia cifra dopo San Rocchetto. Ultimo chilometro articolato nell’abitato di Castelfidardo sempre in marcata salita.

Sito Web: https://www.tirrenoadriatico.it/it/

(Comune di Castelfidardo)

Tirreno-Adriatico

Tirreno-Adriatico

Ancona 05/03/2021 - La Regione Marche, le cinque Province, ANCI Marche, Comuni di Castelfidardo e di Falconara Marittima hanno patrocinato l’omaggio di Ankon nostra all’Unità nazionale. La presentazione con gli interventi istituzionali e del Consiglio Direttivo avverrà in modalità telematica.

Il Valore dell’Unità d’Italia, come ricordato più volte dai Presidenti Napolitano e Mattarella, è un Valore che accomuna tutta gli Italiani. Per celebrare il 150° dell’Unità d’Italia, nel 2011 il Presidente Napolitano aprì le celebrazioni al Pantheon rendendo omaggio al Padre della Patria Vittorio Emanuele II trasmettendo agli italiani un esempio di unità, condivisione e continuità di 150 anni di storia nazionale. Sull’esempio di queste gesta e nel rispetto della continuità storica l’Associazione culturale Ankon nostra ha ideato la complessa iniziativa che si svolgerà ad Ancona, ma non solo, fino a luglio 2021 per ricordare l’entrata di Ancona e delle Marche nel nuovo Stato nazionale nel 1861.

Oltre alle Istituzioni hanno aderito anche l’Università Politecnica delle Marche, la Deputazione di Storia Patria per le Marche, la Fondazione Duca Roberto Ferretti di Castelferretto, l’Associazione Laboratorio Culturale lodando l’iniziativa. Spiace che solo che il Comune di Ancona non partecipi a questa Festa, tuttavia l’Associazione effettuerà le previste donazioni alla Città di Ancona per migliorare il patrimonio culturale della Città e nell’intento di stimolare il binomio “cultura e valori”. I Comuni di Castelfidardo e di Falconara Marittima hanno inoltre concesso la gentile collaborazione nelle modalità che saranno esplicate nella presentazione, così come ANCoS, Associazione nazionale Comunità Sociali e Sportive alla quale Ankon nostra è associata.

L’iniziativa consta di sette articolazioni: la presentazione, la donazione di una targa toponomastica alla Città di Ancona, un’iniziativa per i giovani, la proposta di apposizione targhe a tutti i Capi di Stato dell’Italia unita nelle rotonde o altri luoghi pubblici, la donazione alla Città di Ancona e alle Istituzioni del “Progetto Ancona 17 marzo” che avverrà nel Convegno previsto a luglio 2021 e una raccolta fondi benefica per la Fondazione Ospedali Riuniti ONLUS per pazienti oncologici e da Covid-19 (come ogni grande evento di Ankon nostra è legata un’opera benefica).

La presentazione avverrà mercoledì 17 marzo 2021 alle ore 12.00 nel canale YouTube e nella Pagina Facebook di Ankon nostra – associazione culturale e sarà presentata dal presidente Daniele Ballanti e dai Consiglieri e ospiterà i graditi saluti delle Istituzioni collaboranti:

1) Canale Youtube, link https://www.youtube.com/channel/UCwjk665ipuGRPaKWpONooKg

2) Pagina Facebook, link https://m.facebook.com/ankonnostra/?ref=bookmarks

(da Ankon Nostra)

AnconaMarcheITALIA160°

AnconaMarcheITALIA160°

Un focus sull’ambiente e sulla Selva di Castelfidardo: Linea Verde Life in onda sabato 20 febbraio alle 12.20 su Rai1 offre un’altra suggestiva vetrina mediatica per la città. La puntata si sofferma infatti nel bosco preistorico qualificato Forest Bathing Center, il primo nelle Marche, ove la troupe Rai ha ripreso nelle settimane scorse un’esperienza di immersione forestale (shinrin yoku) per descriverne i benefici terapeutici.

Il gruppo era guidato dal presidente della Fondazione Ferretti Eugenio Paoloni, dal dott. Paolo Zavarella presidente di Aimef (associazione italiana di medicina forestale) e da quattro esperti di medicina forestale di Aimef. Tra i partecipanti all’immersione, anche l’assessore all’ambiente Romina Calvani. Lo shinrin yoku o “bagno nella foresta per trarre giovamento dell’atmosfera della foresta” è un termine che indica un particolare metodo della medicina giapponese comparabile all’aromaterapia, diffusosi in Giappone nel corso degli anni Ottanta.

Come la ricerca scientifica ha già dimostrato, l’immersione nella natura, nella foresta, nel bosco (in giapponese “shinrin-yoku”) è in grado di apportare innumerevoli benefici alla salute tanto da configurarsi come una vera e propria forma di medicina complementare. La medicina forestale è stata attualmente riconosciuta in Giappone ed in Scozia, dove viene normalmente prescritta; in Italia vi sono sperimentazioni nel Lazio ed in Friuli ed ora a Castelfidardo.

Gli scienziati hanno scoperto che quando le persone passano alcune ore in un ambiente più naturale (foreste, parchi e altri luoghi con grande concentrazione di alberi) vi è un aumento della funzione immunitaria, particolarmente utile in questo periodo di pandemia. Per questo motivo se un individuo si reca in una foresta e respira profondamente potrà godere di numerosi benefici, tra quali concentrazioni inferiori di cortisolo, diminuzione della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, diminuzione dello stress e cura alla depressione. Il merito di questi benefici sarebbe da attribuire ai fitoncidi, monoterpeni del legno degli alberi, chiamati Bvoc (composti organici volatili biogenici) i quali, oltre a rilasciare speciali sostanze nell’aria per proteggersi dal marciume e dagli insetti, sembrerebbero anche portare beneficio agli esseri umani. Nell’immersione guidata si praticano numerose attività nel bosco: yoga, sviluppo dei cinque sensi, estraniarsi dal caos quotidiano, entrare in sintonia con la natura, abbracciare gli alberi per respirare i Bvoc e camminare senza fretta, in silenzio, per riequilibrare le componenti simpatica e parasimpatica del sistema nervoso vegetativo.

A latere di questa attività è stato anche presentato il percorso simpaticamente denominato “scalzing”, un tracciato composto da 14 vasche contenenti materiali naturali diversi dove si cammina bendati ed a piedi nudi per stimolare le 7200 terminazioni nervose del piede (una forma soft e divertente di riflessologia plantare) che coinvolge quasi tutti gli organi del corpo umano.

Il primo appuntamento dell’anno con le immersioni forestali (shinrin yoku) guidate dagli esperti diplomati in medicina forestale della Fondazione Ferretti sarà domenica 21 marzo con prenotazione obbligatoria al tel. 071780156.

(Lucia Flauto)

La troupe di Linea Verde alla Selva di Castelfidardo

La troupe di Linea Verde alla Selva di Castelfidardo